Ricette ed utilizzi per sbizzarrirsi con il pomodoro ciliegino.
Tutti gli articoli

Ricette ed utilizzi per sbizzarrirsi con il pomodoro ciliegino.

Al naturale o in salsa, per accompagnare la pasta, i mille utilizzi del ciliegino

Tra le diverse varianti del pomodoro da utilizzare in svariate ricette, una delle più apprezzate e presenti nelle cucine degli italiani è il ciliegino. Dalla tradizionale forma piccola e tondeggiante, sono comodi e veloci da utilizzare in quanto non necessitano di particolari procedimenti e possono essere serviti al naturale. Spesso, tuttavia, essi si trovano anche in salse già pronte da accompagnare al più classico piatto di pasta.

Dal Sud America al Sud Italia, le coltivazioni e i valori nutrizionali

Non si hanno notizie storiche certe riguardo la data, ma si fa risalire la diffusione del pomodoro ciliegino in Europa ai ritorni dei marinai spagnoli dall’America meridionale. Oggi, per via della predilezione di tale variante alle temperature più calde, essi vengono coltivati prevalentemente in Sud Italia e, nello specifico, in Sicilia. Essi vengono piantati a marzo per poi venire raccolti in estate. Tra i benefici che si possono trarre dal consumo del ciliegino va ricordata l’agevolazione della diuresi e la loro elevata concentrazione di vitamine A e C, oltre all’acqua, che li rende più che appetibili durante la stagione estiva.

Pizza, pasta, focacce ed insalate, il ciliegino nelle ricette della tradizione

Grazie alle diverse varianti di paste, dall’integrale a quella senza glutine, oggi in commercio, il pomodoro ciliegino è diventato un alimento accessibile a tutti. In questo caso, in veste di condimento, ma esso è anche utilizzato nella preparazione di pizze, focacce ed insalate. Non solo, come già accennato, esso può anche essere servito a crudo come antipasto o accompagnato a secondi di pesce. A tal proposito, si possono ricordare due ricette quali il pagello al forno con patate viola e pomodorini (in mezz’ora di cottura si avrà un piatto facile e gustoso), o un filetto di rana pescatrice cotta in una casseruola accompagnata da olio, uno spicchio d’aglio, sale e pepe. Bastano cinque minuti, l’aggiunta di qualche cappero e oliva per insaporirla ulteriormente, e la cena sarà servita.