Lenta Essiccazione

PER UNA PASTA DI QUALITÀ SUPERIORE
L’essiccazione è da sempre considerata la fase cruciale e più difficoltosa del processo produttivo di pastificazione, incidendo in modo determinante sulla qualità della pasta. E’ per questo che la De Cecco continua a scegliere la lenta essiccazione a bassa temperatura applicando gli stessi principi del suo fondatore Filippo De Cecco, annoverato dall’Enciclopedia Treccani quale inventore nel 1889 di questo sistema rivoluzionario di essiccazione ad aria calda. Recenti studi sulle paste in commercio hanno evidenziato come la pasta di semola di grano duro De Cecco non presenti gli effetti dell’alta temperatura che determinano un calo qualitativo e organolettico. La lenta essiccazione a bassa temperatura favorisce lo sviluppo di aromi che danno il sapore caratteristico alla pasta e il colore giallo tipico della semola, assicurando un’ottima tenuta in cottura: è possibile quindi parlare di QUALITA’ SUPERIORE. Il bollino presente sulle confezioni è la risultante delle ore di essiccazione certificate da DNV, che vanno, a seconda dei formati, dalle 9 ore per la pasta corta, alle 18 ore per la pasta lunga fino alle 36 ore dei formati lunghi bucati. De Cecco, in un’ ottica di trasparenza dell’informazione, ha ritenuto opportuno rendere nota al consumatore questo dato determinante per una scelta consapevole.
scarica il pdf

Certificazione Di Prodotto

(STP-ce-pcagro 38) De Cecco è il primo produttore di pasta in Italia ad aver ricevuto la certificazione di prodotto (rilasciata dalla società DNV, ente di certificazione tra i più autorevoli al mondo) che va ad implementare un percorso già avviato da anni con l’adozione del Sistema qualità ISO 9001:2015. È una certificazione che serve ad attestare per mezzo di analisi e controlli da parte di un ente terzo indipendente, che il prodotto sia conforme alle caratteristiche di eccellenza dichiarata dal soggetto certificato. L’adozione di questo standard rende visibili questi vantaggi qualitativi che sono di tipo organolettico e nutrizionale. I parametri certificati sono misurati costantemente. A riguardo si riporta un inciso contenuto nel Disciplinare di prodotto: “De Cecco è uno dei pochi pastifici industriali che, invece di aumentare la quantità di prodotto fabbricato, mira a preservare la qualità di questo prodotto. E non si tratta di una “qualità” generica, non meglio esplicitabile al consumatore, bensì di una qualità basata su dati concreti, su parametri analitici che sono già oggetto di costante misurazione e controllo. Ecco perché De Cecco, allora, ha deciso di certificare i parametri di qualità dei suoi prodotti: perché senza certezza, non c’è neppure concretezza; e senza concretezza non può esserci vera qualità.”
scarica il pdf

Pasta integrale De Cecco e Università degli Studi di Milano

Oltre ai continui e approfonditi controlli presso i propri laboratori, De Cecco ha voluto verificare la qualità della propria pasta per mezzo di un ente esterno scelto tra i più prestigiosi, l’Università degli Studi di Milano - Dipartimento di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione e l’Ambiente (DeFENS) commissionando una ricerca per la definizione di alcuni aspetti qualitativi della pasta di semola integrale di grano duro. La ricerca è stata condotta su campioni di dieci marchi di pasta, rappresentativi di circa l’80% del mercato italiano della pasta integrale, il progetto di ricerca si è svolto negli anni 2015 e 2017. Nel 2019 è stato ripetuto il controllo degli indicatori di danno termico (furosina e pirralina) sugli stessi marchi di pasta, confermando sostanzialmente i risultati della ricerca precedente. Riportiamo alcuni tratti salienti della ricerca per informare correttamente i consumatori.
scarica il pdf

EPD

La Dichiarazione Ambientale di Prodotto (EPD) è una certificazione che quantifica in modo oggettivo , secondo una modalità scientifica riconosciuta a livello internazionale, l’impatto ambientale complessivo determinato dalla produzione, commercializzazione e consumo di un bene o servizio. La EPD si basa sulla metodologia di Valutazione del Ciclo di Vita (LCA) che prende in considerazione tutti i consumi di risorse naturali (acqua, energia, materie prime) e tutte le immissioni nell’ambiente (dalla CO2 ai rifiuti) che occorrono dalla coltivazione agricola al conferimento in discarica degli stessi imballi . Il modello di LCA, infine, calcola anche il contributo del ciclo di vita del prodotto ai principali fenomeni che stanno modificando l’ambiente, come il riscaldamento globale, le piogge acide e l’inquinamento delle acque. La EPD è una certificazione che viene approvata da un ente indipendente dall’azienda (Environdec) con un processo di revisione che garantisce sulla correttezza e la validità dei dati e delle metodologie di calcolo utilizzate. Il possesso di una Dichiarazione Ambientale di Prodotto testimonia la volontà dell’azienda di comunicare in modo oggettivo, trasparente e completo gli effetti sull’ambiente della propria attività e dei fenomeni che ad essa si collegano. La EPD permette di valutare non solo in assoluto questi impatti ma di effettuare confronti fra prodotti e servizi appartenenti alla stessa categoria (ad esempio, paste alimentari) o a filiere produttive e di consumo differenti. In questo modo consumatori o acquirenti professionali potranno valutare in modo comparato gli effetti sull’ambiente delle proprie decisione di acquisto. Infine la realizzazione di una EPD permette all’azienda di avere a disposizione tutte le informazioni rilevanti e significative per impostare programmi di minimizzazione degli impatti ambientali che riguardano i suoi prodotti.
scarica il pdf

Certificazione Halal

Nel settore alimentare, la certificazione Halal garantisce che i cibi, oltre a essere conformi alle normative italiane ed europee in tema di igiene e sicurezza alimentare, siano preparati secondo le regole della sharia. Il termine Halal significa "permesso". È un termine che fa riferimento a qualsiasi azione che un fedele di religione musulmana (islamico credente) può eseguire o un bene che può consumare tranquillamente perché conforme ai dettami della legge islamica. Le produzioni effettuate presso i siti produttivi di Fara San Martino (pastificio ed olearia) e di Ortona, dal 15/07/2015, sono certificati HALAL.
scarica il pdf

Certificazione Kosher

Questa certificazione è stata adottata a seguito di richieste da parte della comunità Ebraica. Indica l’idoneità di un prodotto ad essere consumato da un ebreo, in accordo alle regole alimentari della religione ebraica.
scarica il pdf

International Food Standard

IFS (Vers 5 higher level) è uno standard specifico per il settore alimentare che si configura come uno strumento operativo volto a qualificare i propri fornitori secondo requisiti di qualità, sicurezza e conformità alla normativa sui prodotti alimentari. L’approccio è simile a quello della BRC e consta di un approfondimento delle tematiche HACCP e di una attenzione particolare rivolta al rispetto dei requisiti igienico-sanitari, alle garanzie relative alla rintracciabilità dei prodotti, alla strutturazione di una serie di misure preventive e di controlli che siano confermati anche da una rete di laboratori accreditati.
scarica il pdf

British Retail Consortium

BRC (Vers 5 grado A) Lo standard BRC (sviluppato in Inghilterra nel 1998 dal British Retail Consortium) riguarda la sicurezza igienico-alimentare dei prodotti agroalimentari e in particolare: 1) Le specifiche strutturali per gli ambienti produttivi; 2) Le specifiche di prodotto e di processo; 3) Le norme comportamentali per il personale e per i visitatori; 4) Le norme igieniche per il personale ed i visitatori; 5) L’assenza di allergeni per i consumatori sensibili; 6) L’assenza di organismi geneticamente modificati; 7) La rintracciabilità delle materie prime impiegate e del prodotto finito. (Sistema di Autocontrollo Igienico-alimentare - UNI 10854) La certificazione HACCP è un sistema di autocontrollo attuato dall’Azienda con la quale si va a monitorare tutta la filiera del processo di produzione e distribuzione del prodotto al fine di garantirne la salubrità verso il consumatore finale.
scarica il pdf

HACCP

(Sistema di Autocontrollo Igienico-alimentare - UNI 10854) La certificazione HACCP è un sistema di autocontrollo attuato dall’Azienda con la quale si va a monitorare tutta la filiera del processo di produzione e distribuzione del prodotto al fine di garantirne la salubrità verso il consumatore finale.
scarica il pdf

ISO 9001:2015

(Sistema di gestione per la Qualità) Sistema di gestione per la Qualità che riguarda la corretta strutturazione dei processi aziendali volti a garantire un miglioramento continuo delle prestazioni, in modo da mantenere una qualità costante del prodotto e del servizio offerto ai Clienti/Consumatori. A tal fine vengono elaborate una serie di procedure interne che costituiscono il metodo principale per poter disciplinare i processi preventivamente individuati.
scarica il pdf

Certificazione SA8000

Politica per la Responsabilità Sociale Da oltre un secolo De Cecco è attenta alla scelta delle materie prime, alla produzione di un prodotto di alta qualità, alla valorizzazione delle risorse umane che lavorano in azienda e al cliente quale fondamentale interlocutore. Su questi pilastri si fonda la nostra forza competitiva ed è con questa politica che siamo, ed intendiamo rimanere, protagonisti sul mercato e forza trainante nel tessuto sociale. Per questo abbiamo deciso di potenziare e diffondere la visione che deriva dalla nostra filosofia: un sistema di valori basato sulla ricerca di un equilibrio tra economicità e socialità, costruito coniugando i risultati dell'impresa con i principi attinenti alla Responsabilità Sociale attraverso l'adozione dello standard SA8000 e della spinta al miglioramento che esso genera all'interno dell'organizzazione ed all'esterno nel processo di selezione e valutazione dei fornitori. La scelta di aderire allo standard di Responsabilità Sociale SA8000 è la conferma delle nostre strategie industriali, di quelle finanziarie e delle condotte operative sempre orientate a beneficio di tutti coloro che con impegno contribuiscono alla realizzazione dei nostri progetti e alla creazione di valore. Per questo, ad integrazione della politica per la Qualità, abbiamo formalizzato il documento della Politica per la Responsabilità Sociale. La nostra storia ci ha resi convinti che tutto è possibile e che nuovi traguardi potranno essere raggiunti grazie ai nostri comportamenti: - considerare i dipendenti come una risorsa strategica, garantendo il rispetto dei loro diritti e promuovendone lo sviluppo professionale e personale; - considerare i fornitori come partner da valorizzare, in termini di qualità e di maturazione circa la responsabilità sociale; - pensare ai clienti e ai consumatori come a protagonisti del successo dell'azienda e della sua crescita, rispetto ai quali fino ad oggi ci siamo adoperati per soddisfarne le esigenze dal punto di vista qualitativo, e ai quali, da ora in poi, andremo incontro anche per soddisfarne le richieste che emergono sul fronte della responsabilità sociale.
scarica il pdf

Certificazione Ambientale

( ISO 14001: 2004) La certificazione ambientale è uno strumento volontario di autocontrollo e responsabilizzazione per perseguire un miglioramento continuo delle proprie performance ambientali. Si tratta di un Sistema che consente di individuare e contestualmente di tutelare gli aspetti ambientali significativi e dunque di garantirne il pieno rispetto. Da sempre attenta alla salvaguardia dell’ecosistema nel quale sono inserite le proprie attività produttive, la De Cecco ha deciso di sviluppare un Sistema di Gestione Ambientale conforme alla norma ISO 14001:2004. Con tale sistema intende: - assicurare la conformità alla normativa ambientale e al miglioramento continuo delle prestazioni ambientali - monitorare con continuità le prestazioni ambientali - pianificare ed attuare il miglioramento di tali prestazioni, riducendo gli impatti ambientali - prevenire eventuali incidenti ambientali
scarica il pdf

ISO 26000

La ISO 26000 identifica i temi fondamentali della Responsabilità Sociale e ne fornisce una chiave di lettura trasversale, conciliando le pratiche dell'Organizzazione con i principi riconosciuti da clienti, consumatori, pubbliche amministrazioni e altri portatori di interesse. De Cecco ha adottato questo approccio in linea con le proprie caratteristiche di realtà imprenditoriale di rilievo internazionale, una realtà attorno alla quale ruotano gli interessi di numerosi stakeholder. Un Ente terzo indipendente è stato incaricato di svolgere un assessment per valutare il grado di maturità dell’organizzazione rispetto ai temi fondamentali della Linea Guida. Il perimetro dell’attività ha coperto i Sette Pilastri delle Linee Guida ISO 26000:2010 che sono: Governance, Diritti umani, Rapporti e condizioni di lavoro, Ambiente, Corrette prassi gestionali, Aspetti specifici relativi agli utenti / consumatori, Coinvolgimento e sviluppo della comunità. Nell’ambito dell’attività, inoltre, è stata condotta un’analisi di posizionamento dell’organizzazione rispetto ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (SDGs) che ha fatto emergere il contributo positivo di De Cecco nel perseguire tutti gli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. “L’Assessment ha fatto emergere il profilo di un’organizzazione virtuosa e profondamente impegnata nel rafforzamento del proprio presidio dei temi di responsabilità sociale e ambientale all’interno dell’organizzazione e in tutta la catena del valore. Tale impegno si sostanzia in iniziative concrete a beneficio del territorio e delle comunità e in progetti di tutela, valorizzazione e sviluppo delle risorse locali. Questo approccio garantisce che i principi di responsabilità sociale e ambientale risultino integrati nelle attività di business su tutta la catena del valore e contribuiscano concretamente alla generazione di impatti positivi per l’organizzazione e per il suo ecosistema di stakeholder”.
scarica il pdf