{{currentSection }} di {{totalSections - 1 }}
{{ currentChapter }}
Alla DeCecco
Vivere #AllaDeCecco vuole dire ricercare il meglio in tutto ciò che si fa avendo cura dei dettagli. Che sia un buon piatto di pasta, la scoperta di un luogo o il piacere di ritrovarsi a tavola.
scopri come
Ingredienti
In cucina ci vuole passione
Cucinare #AllaDeCecco è preparare piatti semplici con ingredienti genuini, tanta passione, cura dei dettagli e un pizzico di creatività.
Luoghi
Ogni luogo ha qualcosa di unico
Viaggiare #AllaDeCecco è vivere anche una semplice cena come un'esperienza più ampia, cercare l'eccellenza nei sapori, apprezzare la bellezza di ogni contesto.
Esperienze
Le cose semplici sono le migliori
Vivere ogni momento #AllaDeCecco significa sperimentare con curiosità senza dimenticare la semplicità da cui tutto nasce. I gesti più semplici nascondono i dettagli più inediti e danno vita alle cose migliori. Come la pasta: solo semola dei migliori grani duri impastata con acqua e poi essiccata con pazienza e accortezza.
Tradizione
C'è sempre un punto di partenza
Vivere le tradizioni #AllaDeCecco è conoscere la propria storia per spingersi più avanti. Migliorare e rinnovarsi senza perdere mai di vista le proprie origini.
Qualità
L’importanza di ogni singola scelta, puntando all’eccellenza
Scegliere #AllaDeCecco è fare ogni volta scelte di valore, preferire il risultato migliore al posto di quello più facile, rispettare i modi e i tempi della qualità.
Tipicità
Il grande valore del territorio
Vivere #AllaDeCecco significa riconoscere le tipicità e valorizzare le caratteristiche uniche del territorio italiano, che sa custodire tradizioni e patrimoni di valore inestimabile, come la nostra pasta.
Pasta
Perché scegliere De Cecco e non un'altra pasta?
Perché la nostra pasta è realizzata con un metodo tradizionale unico, fatto di conoscenza, impegno e passione. Con l’attenzione e la cura dei particolari di chi è alla costante ricerca dell’eccellenza. In una sola parola: #AllaDeCecco.
L’Assaggio
Un rito da seguire passo dopo passo
L'assaggio è una prova decisiva per verificare la tenuta in cottura. Per essere cotta la pasta deve rispettare precisi requisiti di consistenza, elasticità e sapore, dolce e privo di note amarognole. Dal 1893, anno in cui Filippo Giovanni De Cecco fu insignito della medaglia d'oro all'Esposizione Universale di Chicago, la "firmness of form after cooking", cioè la capacità di mantenersi cotta al punto giusto, è una delle caratteristiche che rendono la nostra pasta famosa nel mondo.
L’Assaggio
Cotta o al dente non è solo questione di gusto
"Qual è il giusto punto di cottura?". Quando ci fanno questa domanda la risposta è una sola: "A scomparsa dell'animella". La pasta per noi è cotta a puntino quando dal suo interno scompare la parte bianca. La cottura perfetta, che noi verifichiamo con il "metodo del vetrino", è una prova che si può fare anche a casa spezzando a metà un singolo pezzo di pasta. Solo se è perfettamente cotta la pasta dimostra la sua reale capacità di tenuta, senza contare sull'aiuto di una parte più rigida all'interno che la sostenga.